Il video descrive una giornata nella scuola "Fè y alegria" di Villa El Salvador (Lima): insegnanti, bambini e ragazzi che anche in una situazione di sottosviluppo economico non rinunciano a credere nella possibilità di un futuro migliore. A cura di: Giovanna Cossia Marco De Poli Anno: 1989 Durata: 30' Supporto: Betacam
Girato in Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Cuba, Ecuador, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù, Repubblica Dominicana, Salvador e Venezuela, il documentario offre un'ampia panoramica delle condizioni di vita di bambini e ragazzi nel subcontinente: la famiglia e la casa, il gioco e l'innocenza, il lavoro e lo sfruttamento, la denutrizione e la salute, la guerra e la militarizzazione forzata, i bambini di strada; i minori di 15 anni, che sono quasi la metà della popolazione, vivono le contraddizioni economiche e sociali dell'America Latina in modo spesso drammatico, ma sempre con il sorriso sulle labbra, con un ottimismo e una speranza che non si lascia vincere dalla disperazione.
A cura di:
Giovanna Cossia
Marco De Poli
Riprese di: Eugenio Bongioanni
Anno: 1994
Durata: 27'
Supporto: Betacam A cura di: Giovanna Cossia Marco De Poli Anno: 1993 Durata: 25' Supporto: Betacam
In Perù, come in tutti i paesi in via di sviluppo, i bambini e i ragazzi costituiscono una parte molto consistente della popolazione. Molti di loro, però, trascorrono la giornata in modo simile agli adulti: le bambine fanno da mangiare, puliscono la casa, curano i fratelli minori; i bambini spesso aiutano il padre nel lavoro dei campi, oppure lavorano da soli, come lustrascarpe, venditori ambulanti, scaricatori di casse al mercato.
La situazione più drammatica si riscontra nei pueblos jovenes, i sobborghi miseri della periferia della capitale, dove i bambini condividono con gli adulti la necessità di cercare di guadagnare qualcosa con un lavoro sottopagato.
A cura di:
Giulia Bessio
Daniela Pizzi
Anno: 1995
Durata: 30'
Supporto: Betacam
In tutto il mondo i bambini costituiscono una manodopera abbondante ed a basso costo. Nei paesi in via di sviluppo, dove vive l'80% della popolazione, bambini e ragazzi lavorano fin dall'infanzia, costretti da una situazione economica e sociale difficile e spesso disperata.
Per porre un limite allo sfruttamento, l'Organizzazione Internazionale del Lavoro ha indetto a Ginevra nel giugno '98 una speciale sessione.
In questa occasione è partita dai quattro angoli del mondo una marcia che è confluita nella città svizzera, per portare la testimonianza di 250 milioni di bambini sfruttati. Il documentario segue la marcia nel suo percorso italiano, dalla Sicilia fino alla sua conclusione a Ginevra.
A cura di:
Giovanna Cossia
Marco De Poli
Anno: 1998
Durata: 27'
Supporto: Betacam
(10 documentari di 15' accompagnati da monografie didattiche)
Brasile: non solo di strada;
Bambine delle Ande;
Guatemala: costruire la pace;
Cuba: un'infanzia protetta;
Marocco: lo spazio, la famiglia;
Somalia: le ferite della guerra; Niger: aspettando la pioggia;
Angola:profughi e orfani;
Cina: tutti a scuola; India: tradizioni e lavoro.