Dal 26 al 30 ottobre 2006 Torino ha ospitato per la seconda volta “Terra madre”. L’incontro, promosso da Slow Food, ha visto la partecipazione di 5000 produttori – contadini, allevatori, pescatori e artigiani – provenienti da 150 paesi, in rappresentanza di 1600 comunità del cibo “buono, pulito e giusto”. Un’opportunità molto importante per confrontarsi tra dfiverse culture, scambiare opinioni, portare con orgoglio i propri prodotti alimentari e artigianali; sentirsi più forti e rivalutati, parte di un processo non solo di difesa e custodia delle tradizioni e di valori universali, ma anche di difesa dell’ambiente naturale minacciato dalla globalizzazione, in vista di un modello di sviluppo agricolo ed economico sostenibile. Alle interviste ai partecipanti, dall’Italia al Perù, dal Burkina Faso alla Thailandia, si alternano “intermezzi” di vita quotidiana girati in Africa, Europa ed America Latina.